Venduto ... con un intervento di Home Staging ...

VI RACCONTO UNA STORIA

Nel dicembre del 2012 propongo ad una società di costruzioni, che ha messo in vendita alcuni appartamenti all’interno di un complesso residenziale realizzati da poco presso un Comune della Provincia di Torino, un intervento di Home Staging di uno degli immobili rimasti invenduti da circa un anno.

Nel mio report descrittivo, a seguito di sopralluogo, indico alcune strade percorribili, al fine di incrementare le possibilità di vendita, in quanto sino a quel momento i riscontri non erano stati positivi, sia per contingenti motivi di mercato, sia per alcune problematiche che avevo riscontrato e fatto presente nel report stesso, consigliando di portare a termine l’immobile nelle sue finiture principali e successivamente allestire gli spazi ingresso/living, cucina/zona pranzo e camera matrimoniale, per realizzare un servizio fotografico adeguato alla comunicazione ed alla pubblicazione on line.

Dopo diversi incontri e confronti, a gennaio di quest’anno la società decide di proseguire nell’esecuzione di alcune finiture degli ambienti principali, così come avevo consigliato, e in seguito di conferirmi l’incarico di Home Staging contestualmente a quello di vendita dell’appartamento.

Allestisco l’immobile all’inizio di aprile, faccio scattare le foto e pubblico l’annuncio sui portali immobiliari qualche giorno dopo … totale visite in loco n°4 …

il 19 luglio ricevo una proposta scritta di acquisto che viene accettata.

Ho chiesto al cliente quali fossero state le motivazioni che lo avevano spinto a scegliere questo immobile piuttosto che un altro della stessa tipologia e ubicazione … “disposizione degli ambienti, prezzo (effettivamente competitivo) e l’allestimento proposto, in quanto era stato molto più facile toccare con mano la fruibilità e la vivibilità degli spazi, oltre che apprezzarne l’idea ritenuta molto innovativa” ... E non solo … il giorno dopo aver ritirato la proposta d’acquisto ho ricevuto un’altra richiesta per visionare l’immobile: l’utente ha esplicitamente dichiarato di essere rimasto favorevolmente colpito dall’allestimento e dalle foto.

Riassumendo ... l’immobile da finire è rimasto invenduto per circa un anno e mezzo …

l’immobile finito ed allestito nei suoi ambienti principali ha avuto più visite ed è stato venduto in meno di 4 mesi!

L’ALLESTIMENTO

Sicuramente il prezzo competitivo e la disposizione degli ambienti, rispetto ad altre soluzioni, hanno inciso nel far propendere l’acquirente per la scelta di questo immobile rispetto ad altri, ma l’intervento di Home Staging nel suo complesso ha fatto si che il cliente si emozionasse veramente: ne è riprova il fatto che fino a che l’immobile è rimasto allo stato di cantiere non c’è stato un reale interesse o quanto meno un interesse di modesta portata.

Questo lavoro ed il risultato conseguito sono stati per me, in qualità di Home Stager, e  per il mio committente, di grande soddisfazione e soprattutto hanno dimostrato che guardare le cose, o le case, da un altro punto di vista può fare la differenza per l’acquirente, per il venditore, per il costruttore, per l’agente immobiliare …

Per questo motivo mi piace pensare che ...

“Un immobile non è solo ciò che vedi e può darti di più di ciò che senti”.

NADIA RIBONE - architetto e Home Stager certificato HSP: ho intrapreso l’attività di agente immobiliare profondendo in tale attività la mia passione per le case e l’attenzione per chi le case le vive e cercando di portare nell’ambito immobiliare un nuovo modo di operare con servizi innovativi, concreti ed efficaci.